Emilia-Romagna: riqualificando il 10% del patrimonio immobiliare esistente un indotto da 4 miliardi di euro


Financing platforms in actions è il titolo del primo evento del roadshow di BUILDINTEREST che si è svolto oggi a Bologna presso la Fondazione MAST

Nel corso dell’evento sono stati presentati i risultati di BUILD LAB, il Laboratorio di Innovazione e Finanza per l’Edilizia Sostenibile dell’Emilia-Romagna, coordinato da ASTER e Nomisma che, insieme a rappresentanti del mondo delle costruzioni, della finanza e delle policy regionali hanno provato a rispondere ad un bisogno di riorganizzazione del mercato della riqualificazione edilizia, elaborando un set di linee guida per imprese, progettisti, banche e istituzioni che possono supportare l’elaborazione  e la diffusione di progetti facilmente bancabili.

Da un'analisi del patrimonio edilizio della Regione Emilia-Romagna risulta che, riqualificando il 10% degli edifici costruiti prima del 1980 (124 milioni di metri quadri in totale) si potrebbe creare un indotto da 3,9 miliardi di euro, occupando circa 31 mila persone e ottenendo risparmi energetici per circa 88,3 milioni di euro all’anno.

Raggiungere questi target non è affatto scontato, se si tengono in considerazione le molte barriere che sino ad ora hanno impedito al mercato della riqualificazione di crescere: un patrimonio abitativo fortemente frammentato, competenze tecniche poco integrate e quasi mai indirizzate agli obiettivi di finanziabilità dei progetti di riqualificazione, una scarsa propensione all’investimento e la percezione di rischio da parte dei soggetti finanziatori. Per supportare la ripresa del mercato e allargare la scala e la portata della riqualificazione del patrimonio costruito è fondamentale rivedere le modalità con cui i progetti di riqualificazione vengono elaborati, valutati e finanziati.

BUILD LAB rappresenta il luogo dove promuovere il dialogo tra tutti gli attori chiave della filiera della riqualificazione energetica in edilizia ed elaborare soluzioni di sistema con un approccio innovativo al superamento delle barriere non tecnologiche del mercato. – ha spiegato Teresa Bagnoli, Responsabile Sviluppo Strategico Edilizia e Costruzioni di ASTERIn particolare vogliamo promuovere modelli di intervento replicabili, che si possano avvalere di processi industrializzati sia nelle fasi di progettazione che di realizzazione dell’intervento e per questo risultino più facilmente valutabili e bancabili.

 Il Roadshow di BUILDINTEREST sul tema della finanza per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia  prosegue con le prossime tappe di Parigi (9 marzo) e Amsterdam (19 aprile), nel corso delle quali verranno approfonditi i risultati maturati dalle piattaforme finanziarie Green BuildInvest e EuroQuity.


 

Nessun commento

Powered by Blogger.